Italia, Politica

Il diritto all’amatriciana dei No Vax

ppena sveglio faccio due cose preparo l’ormai consueto caffè filtro meglio conosciuto come americano, lo so molti di voi staranno inorridendo, e ascolto il TG di Sky. Il bombardamento mediatico sul meteo e le bombe d’acqua inizia a declassificarsi come l’uragano Irma, ormai è a livello 1 ed ecco che con l’inizio dell’anno scolastico riesplode il caso vaccinazioni, il tormentone che ci ha accompagnato per l’intera l’estate, tanto da insidiare il primato di Despacito.

ky manda in onda un’intervista telefonica ad una mamma “No Vax”.  Si lamenta, dice che la Direttrice, quella che oggi si chiama Dirigente scolastica, avrebbe bloccato sua figlia nel corridoio della scuola, non si capisce se accompagnata o no dal genitore, impedendone l’accesso in classe in quanto i genitori non avevano sottoscritto l’autocertificazione sulle vaccinazioni.

priti cielo, la nostra militante No Vax fa appello al diritto ed alla tutela della privacy, a suo dire la Dirigente l’avrebbe violata bloccando la bambina nel corridoio tra gli altri compagni di scuola. La signora finge di non capire che la Dirigente ha solo fatto il suo dovere  chiedendo e pretendendo il rispetto della legge, la stessa legge che la mamma invoca parlando di privacy che, ad avviso del sottoscritto, in questo caso non avrebbe subito alcuna violazione.

omunque la mamma “No Vax” è talmente attenta alla privacy della figlia che ha denunciato tutto su Facebook, come dice nell’intervista, avete ed ho capito bene su Facebook, il posto “migliore” per tutelare la privacy delle persone!!!

uò bastare.

Leave a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi